Silenziatori terminali per tubi e sistemi di scarico per moto: migliori prodotti di Maggio 2024, prezzi, recensioni

Il silenziatore viene utilizzato per ridurre i rumori prodotti dai motori a scoppio. Nel caso della moto il silenziatore è una parte dell’impianto di scarico che viene chiamato marmitta. In questo articolo andremo a scoprire gli scarichi delle moto e il silenziamento.

Cos’è uno scarico per moto?

Lo scarico della moto viene identificato semplicemente come “marmitta”, in pratica si tratta dell’impianto di scarico dei residui gassosi della combustione del carburante, che consente al motore di spingere la motocicletta. La struttura del terminale di scarico può variare in base al tipo di moto ed al sistema di combustione. Per evitare l’inquinamento, molti terminali di scarico sono dotati anche di filtro catalitico, un dispositivo in grado di trattenere le particelle inquinanti. Il sistema di scarico nella moto, oltre che avere un ruolo funzionale ha anche una funzione estetica, tant’è che spesso la parte terminale, ovvero la marmitta, viene presentata con un design specifico di bellezza e carattere.

Manutenzione del sistema di scarico

Per garantire il corretto funzionamento del sistema di scarico basta adoprarsi a eseguire dei semplici, ma non meno importanti, passaggi. Vediamo una linea guida:

  • Eseguire una corretta lubrificazione di tutte le parti del motore, soprattutto quelle deputate alla combustione del carburante. Così facendo si eviterà la formazione di fuliggine con conseguente intasatura dei filtri ed emissione di fumo sporco.
  • Importante fare attenzione a guidare nei percorsi accidentati, poiché potrebbero causare danneggiamenti strutturali alla marmitta, come abrasioni e ammaccature o piccoli fori, con conseguente alterazione del normale flusso di scarico dei vapori residui della combustione.

Sostituire lo scarico di una moto

Il terminale di scarico di una moto rappresenta anche un elemento con uno ruolo estetico. Chi vuole sostituire o modificare il terminale di scarico di serie della propria moto può attingere ad una vasta gamma di prodotti. Una volta che si è trovato il terminale di scarico che più soddisfa le proprie esigenze, se ne deve verificare la compatibilità gli impianti della moto.

Silenziamento del terminale

Esistono diverse tipologie di silenziamento del terminale, andiamole a scoprire:

  • Assorbimento, è la tecnica che porta un minore abbattimento del rumore, ma ha i risultati migliori su tutta la gamma di frequenze, comportando la minore riduzione di potenza. Molto utilizzata sui motori da competizione.
  • Riflessione, questa è la tecnica che porta ad avere un abbattimento del rumore importante.
  • Risonanza, attenua e modifica il suono per una gamma maggiore rispetto alla soluzione a riflessione.
  • Misto, silenziatori che utilizzano la combinazione assorbimento-riflessione o assorbimento-risonanza.

Come è fatto un silenziatore

Il silenziatore può essere realizzato in vari modi. Può essere scomponibile o rigenerabile, monopezzo o integrato. Il silenziatore scomponibile permette l’apertura di esso, permettendo anche la sostituzione del materiale fonoassorbente, così come la pulizia. Quello monopezzo non permette l’apertura del silenziatore e, in caso di ridotta funzionalità per usura, richiede la sostituzione. Infine, il silenziatore integrato forma un unico elemento con l’espansione.

Manutenzione

Il silenziatore è una delle parti dello scarico più soggette ad usura, principalmente per le sue caratteristiche e per la sua esposizione. Soggetto a urti, a causa della sua posizione è facile che venga danneggiato. Esposto a depositi, quindi a sporcarsi internamente per via dei gas di scarico. Solitamente anche la ruggine è un nemico, poiché nel tempo arrugginisce per via dell’acqua che si forma per condensa al suo interno. E come accennato, soggetto a usura, causata dal consumo del materiale fonoassorbente, ma nel caso dei silenziatori rigenerabili facile andare ad eseguire una sostituzione.

Accessori

Come vedremo quando avremo una moto, oppure come potremo scoprire informandoci, il silenziatore può essere dotato di diversi accessori, ma sempre a seconda dell’utilizzo e della conformazione del mezzo sul quale è montato. Vediamo una lista di tutto ciò che fa parte di esso:

  • Tappo, serve per evitare che l’acqua entri nello scarico mentre viene lavato.
  • Proteggi scarico, si tratta di alcuni sistemi, che evitano urti accidentali del silenziatore contro oggetti esterni.
  • Fondello, è una protezione del beccuccio terminale del silenziatore.
  • Paracalore, è poco usato, ma in alcuni casi risulta necessario come protezione dal calore, dato che è vicino al conducente o comunque a chi portiamo con noi in moto.
  • Silenziatore regolabile, alcuni mezzi sono muniti di un silenziatore, che a seconda della nostra volontà, potrà funzionare in una minima parte o in modo completo, in modo da modificare il suono emesso e le prestazioni.

Prezzo

Il prezzo, come per tutti gli accessori delle moto e i loro pezzi, varia in base al marchio produttore e alla tipologia di materiale usato. Per quanto riguarda gli scarichi delle moto, il prezzo può partire dai 40 euro fino a salire. Mentre, per i tubi silenziatori ci aggiriamo da i 15 fino ai 40 euro. Dipende anche dove andremo ad acquistare il nostro pezzo, se sul web o in officina o in un negozio specializzato. Chiedete sempre consiglio e verificate la compatibilità con la vostra moto.

Appassionata della lettura e dell’arte. Amante della scrittura. Scrivo dai periodi delle medie, ma dopo il liceo ho iniziato a perfezionarmi. Ho collaborato con qualche casa editrice, due pubblicazioni certificate e molte altre in self.  Da sempre ho creduto nella passione per la scrittura degli articoli, mi piace tutto ciò che ruota attorno alla tecnologia, alle moto e alla musica. Sono felice di poter scrivere articoli su questi temi.

Back to top
tuttoperilmotociclismo.it