Fari allo xeno per moto: migliori prodotti di Febbraio 2024, prezzi, recensioni

I fari allo xeno sono delle varianti della lampadina alogena, all’interno di esse sono presenti il gas xenon e due elettrodi. Quando vengono accesi, grazie al gas contenuto all’interno di ampolle nel faro, viene emesso un intenso fascio di luce.

Cosa sapere

Dagli anni Novanta sono entrati in commercio, prima solo per auto e da un po’ di tempo anche per le moto. Il loro vantaggio lo si trova nella maggiore durata e nell’elevato potere d’illuminazione. Ha una capacità di illuminazione tre volte maggiore rispetto a quella alogena.

Come funziona

Nel momento di accensione di un faro, ci si renderà conto dell’emissione di una tonalità di luce blu. il gas contenuto all’interno dell’ampolla del faro, quindi lo xenon, va a migliorare la qualità dell’energia elettrica inviata proprio al faro.

Quale acquistare

Bisogna prestare attenzione nella scelta dei fari xeno, ci sono delle versioni da ipermercato, che hanno un vetrino blue per rendere la luce biancastra, ma rischiano di rovinare le altre parti, poiché si surriscaldano molto. Per questi fari xeno sono in vendita dei kit di montaggio per auto e moto, che dovrebbero essere omologati. I fari xenon per la moto, sono le stesse lampade che sono montate sulle automobili, ma il kit xeno per la moto include una sola lampada ed una sola centralina ballast. Anche per i fari xeno da moto si ha una tipologia diversa di temperatura di colore.

Pro e contro

Queste tipologie di fari permettono una visibilità maggiore, ma presentano dei pregi e dei difetti da tenere sotto controllo, vediamoli nel dettaglio:

  • Pro
  • Migliore visione, hanno la luce talmente luminosa e decisa che il colore è simile alla luce diurna;
  • Migliore visibilità in caso di pioggia.
  • Contro
  • Fastidio per altri guidatori;
  • Costo elevato;
  • Accensione lenta, maggior consumo.

Codice della strada

Per quanto riguarda la nostra moto, dovremo tenere conto di quello che la Polizia dice sull’omologazione. Quelli ammessi in Italia, sono quelli che la casa costruttrice ha omologato insieme al prototipo. Pertanto, se li monterete, dovete sapere che la sostituzione non è soggetta ad aggiornamento della carta di circolazione, ma è controllata in sede di revisione. Quindi, ciò significa, che potrete metterli ma non è detto che non vi facciano una multa. Questo genere di faro subisce ancora delle vicende controverse, nonostante siano anni che se ne parla. L’utilizzo illegale dell’impianto di illuminazione allo xeno, non permette di circolare. Nel caso di un incidente le conseguenze possono essere ancora più serie: l’assicurazione inizialmente può coprire i danni, ma dopo andrà a recuperare tutti i pagamenti dal responsabile dell’incidente.

Montaggio

Si consiglia sempre di farli montare dal proprio meccanico. Ma volendo si possono montare i fari allo xeno sulla moto da soli, si dovrà procedere passo dopo passo, seguendo una linea guida di seguito:

  • Procurarsi un cacciavite, una chiave a tubo e i fari allo xeno.
  • Poi, dovremo smontare il faro togliendo tutte le viti che lo tengono ben agganciato e staccando le coperture che lo proteggono. Successivamente, si dovrà staccare tutto il gruppo ottico, svitando tutti i bulloni con la chiave a tubo.
  • Dopodiché, una volta raggiunta la lampadina, ci sono delle molle da cui deve essere tolta. La sganceremo e riusciremo a rimuovere la luminaria, che dovrà essere sostituita con quella allo xeno. Si dovrà applicare la guarnizione presente nel kit, inseriremo la lampadina e stringeremo bene l’avvitatura in senso orario.
  • Se poi vedremo che funziona, si dovrà eseguire tutta la procedura fatta fino adesso in maniera contraria. Una volta che avremo terminato di rimontare tutto, si potrà rifare un’ulteriore prova e, se tutto funziona, si potrà finalmente guidare la propria moto.

Manutenzione

I fari allo xeno montano un sistema particolare. Ecco perché la riparazione dell’impianto di illuminazione è possibile farla solo in un’officina. Dato che lo xeno è particolarmente luminoso, bisogna far sì che la luce sia direzionata correttamente. Se i fari non sono regolati bene, creano pericolo per gli altri guidatori. I fari allo xeno regolati male oppure sporchi sono inconvenienti sempre per gli altri conducenti.

Consigli

Visti i vantaggi delle luci allo xeno, notevoli per le migliori prestazioni d’illuminazione, si deve tenere di conto che hanno un costo elevato. Quindi, utilizzare le lampadine H4 moderne, non si dovrà ricorrere allo xeno. Ricordiamo che per montare le lampadine allo xeno si dovrà necessitare anche di una centralina apposita che li regola e che ne controlla il voltaggio separatamente per ogni lampada, non tutte le moto ne sono provviste. Da fare attenzione a non acquistare quelle in finto xeno, poiché andrebbero a danneggiare e consumare totalmente la batteria. Va anche detto che consuma molto di più di una normale lampadina alogena.

Costi

Se decideremo di acquistare un kit di conversione xeno, dovremo tenere conto che ci costerà tra le 1000 circa e le 1500 euro. Ma c’è un problema, ovvero che la sostituzione modulare è praticamente impossibile. Se dovesse esserci un difetto dovremo andare a sostituire tutto.

Appassionata della lettura e dell’arte. Amante della scrittura. Scrivo dai periodi delle medie, ma dopo il liceo ho iniziato a perfezionarmi. Ho collaborato con qualche casa editrice, due pubblicazioni certificate e molte altre in self.  Da sempre ho creduto nella passione per la scrittura degli articoli, mi piace tutto ciò che ruota attorno alla tecnologia, alle moto e alla musica. Sono felice di poter scrivere articoli su questi temi.

Back to top
tuttoperilmotociclismo.it